Progetti

PLINIO IL VECCHIO E LE FONTI D'EUROPA

Anno europeo del patrimonio culturale

Progetto per l’Anno europeo del patrimonio culturale 2018 “Plinio il Vecchio e le Fonti d’Europa: eredità culturale, studi e prospettive” ("At the source: Pliny the Elder and the creation of European cultural heritage")

image

L'iniziativa europea ha preso avvio con la Conferenza tenuta a Bruxelles dal Prof. Gianfranco Adornato della Scuola Normale Superiore di Pisa: “Plinio il Vecchio e le Fonti d’Europa: eredità culturale, studi e prospettive” presso la sede di Regione Lombardia a Bruxelles. La Conferenza è stata tenuta in lingua inglese, francese e italiano a conclusione dell’Anno europeo per il patrimonio culturale 2018 e ha visto quali partecipanti, oltre al Prof. Adornato, Massimiliano Mondelli, presidente Accademia pliniana; Raffaele Raja, direttore Delezione di Bruxelles di Regione Lombardia; Paolo Grossi, direttore Istituto Italiano di Cultura a Bruxelles; Walter Zampieri, capo unità DG Istruzione e Cultura della Commissione europea; Luigi Morgano, deputato al Parlamento europeo e membro della Commissione parlamentare per la Cultura e l’Istruzione.

image

image

L'evento ha messo in luce il carattere fondativo della figura di Plinio per l’Europa contemporanea e gettato le basi per la costituzione di un “network pliniano” composto da città e università europee collegabili a Plinio il Vecchio, alla sua storia o alla Naturalis Historia che mirerà a sviluppare lo scambio di informazioni accademiche riguardo agli studi pliniani, a organizzare eventi culturali transnazionali anche extra UE, a partecipare a bandi europei.

Conferenza “Plinio il Vecchio e le Fonti d’Europa: eredità culturale, studi e prospettive” ("At the source: Pliny the Elder and the creation of European cultural heritage"), martedì 20 novembre 2018, presso la Delegazione di Regione Lombardia - Presidency Delegation to the EU, 2, Place du Champ de Mars, 1050 Bruxelles (Belgio), organizzata da Accademia Pliniana, Regione Lombardia delegazione presso le Istituzioni europee, Scuola Normale Superiore Pisa e Fondazione Alessandro Volta.